La sfida di Riccardo


COPERTINA-LA-SFIDA-DI-RICCARDO-____

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La sfida di RiccardoUna storia per spiegare il mutismo selettivo ai bambini
Letteratura per bambini e adulti
Autore : Valérie Marschall
Illustrazioni : Silvestro Maccarrone
Editore: A.G.Editions
Traduzione : Adriana Cigni
Anno : 2014
Collana: Dal silenzio il canto
Classificazione: Albo illustrato
Età: adulti e bambini
€ 12,50

 

Un libro non può fare miracoli, un libro non puo’ risolvere tutte le difficoltà e le problematiche infantili ma … puo’ essere molto utile. La sfida di Riccardo è un libro “utile”, sia per i bambini che leggono la storia illustrata,  sia per i genitori, gli insegnanti , i terapeuti e tutti quelli che si pongono domande sul mutismo selettivo .

Nella prima parte del  libro  Riccardo  racconta la sua storia, vera,  per far comprendere a tutti i bambini che soffrono di questo disturbo  che non sono soli, e soprattutto che la sfida con il silenzio, e “ questo malessere, questa sensazione di vuoto che era più forte di me”, possono essere vinti , come ci spiega perfettamente il nostro piccolo eroe. Nella seconda parte del libro l’autrice Valérie Marschall   fornisce consigli, spunti e un’idea generale di quello che insegnanti e genitori possono mettere in pratica  per aiutare i bambini.

Le parole interrotte

 

Le parole interrotte

 

Le Parole Interrotte
Letteratura per bambini
Autore : Patrizia Rinaldi
Illustrazioni : Bruna Troise
Editore: A.G.Editions
Collana : Il giardino delle nuvole
Anno : 2013
Classificazione: Albo illustrato
Età: 6-12 anni
€ 9,90

 

“Tutto cominciò quella sera che mi portarono dal dottore. Anzi era una dottoressa e tutto era cominciato un po’ di tempo prima.

La sala d’aspetto aveva le sedie piccole e le sedie grandi. Io mi arrampicai su una sedia grande, anche se i piedi non toccavano a terra. All’epoca andavo in prima e, si sa, le bambine di prima non vogliono sembrare bambine di prima. “

L’incipit dell’albo Le parole interrotte ci  introduce direttamente nella storia, il luogo è una sala d’aspetto di una “dottoressa”,  ed è la narratrice a  descriverla  con i suoi occhi e il suo linguaggio di bambina di 6 anni. L’autrice non ha scelto un nome per la protagonista è una bambina, potrebbe essere tutte le bambine,  sensibile e vivace che vive con disagio la nascita di una sorellina, le quotidiane difficoltà di vita dei genitori, e forse chissà anche la sua crescita. Ha un segreto : parla con le parole interrotte con tutti, anzi non con tutti, il suo linguaggio diventa fluente e scorrevole quando parla con i suoi amici immaginari il cane Saltagiù e la gatta  Verdina che arrivano dall’isola che non c’è. Patrizia Rinaldi, con la sua scrittura intensa ,ci ricorda che i bambini hanno una grande  risorsa alla quale possono far appello nei momenti di difficoltà : l’immaginazione.